|I Fantasmi della Tate Britain❧

Postato il Aggiornato il

Pochi sanno che la Tate Britain, la galleria d’arte facente parte del complesso museale del Tate, che ospita una delle più consistenti collezioni di opere di M.W. Turner, sorge sul una parte del sito dell’ex prigione di Millbank, una delle più grandi prigioni europee dell’epoca della regina Vittoria. Il penitenziario, aperto nel 1816, dava l’idea di una fortezza. Le pareti esterne formavano un ottagono irregolare, racchiudevano oltre sedici ettari di terreno e la struttura intera poteva dare alloggio a 1.120 prigionieri e sorgeva non distante dagli attracchi del Tamigi. Curioso che la forma dell’ottagono richiami simbolicamente la Redenzione e la Resurrezione dalla Morte

1. Visione aerea di Millbank Prison di Henry Mayhew's, 'The Criminal Prisons of London', 1862 ~ 2. Fotografia aerea di Millbank, scattata durante il volo di un pallone aerostatico il 9 Maggio del 1891 ~ 3. Dettaglio della Smiths New Map of London (1860)
1. Visione aerea di Millbank Prison di Henry Mayhew’s, ‘The Criminal Prisons of London’, 1862 ~ 2. Fotografia aerea di Millbank, scattata durante il volo di un pallone aerostatico il 9 Maggio del 1891 ~ 3. Dettaglio della Smiths New Map of London (1860)

Al di sotto dell’edificio vennero scavati tre chilometri di gallerie nei fianchi delle quali si aprono celle umide e fredde che è possibile visitare se si scende ai livelli inferiori della Tate Britain. Qui vi venivano tenuti i detenuti in attesa di essere trasportati a Oz. Spesso, tra gli impiegati alla Tate Britain, si sente raccontare del fantasma di una giovane donna lì detenuta, che si presume fuggì durante lo svuotamento di una cella sovraffollata e si perse nelle gallerie labirintiche trovandovi la morte. Molti prigionieri vi morirono per le condizioni orribili in cui erano costretti, il colera fece il resto.

1. Fotografia di H. Watkins,  e 3. Litografia da The Criminal Prisons of London and Scenes of London Life (The Great World of London), by Henry Mayhew and John Binny, 1862 ~ 2. Il Braccio Femminile, autore sconosciuto, 1880 © Museum of London
1. Fotografia di H. Watkins, e 3. Litografia da The Criminal Prisons of London and Scenes of London Life (The Great World of London), by Henry Mayhew and John Binny, 1862 ~ 2. Il Braccio Femminile, autore sconosciuto, 1880 © Museum of London

Alcune di questi cunicoli dal triste passato si allungano fin sotto uno dei pub più infestati di Londra, il Morpeth Arms.

Il Morpeth Arms, venne costruito nel 1845 appositamente vicino al Penitenziario di Millbank per servire prima alle maestranze che lavoravano alla sua costruzione e poi alle guardie carcerarie.  Sotto il pub si dipanano tre chilometri di freddi e cupi passaggi talmente intricati che i carcerieri dovettero inventarsi un codice, sistematicamente tracciato sulle pareti con del gesso, per segnare le direzioni ed evitare di perdersi in quel labirinto. Pare che proprio il fantasma di un uomo, morto suicida in una di queste celle dove era detenuto in attesa di essere deportato in Australia, sia una delle presenze che ossessionano il pub. Il personale ha dichiarato, infatti, di essere molto riluttante ad entrare in quelle che oggi sono adibite a cantine non solo per l’atmosfera agghiacciante che vi si respira ma anche per via delle figure ammantate che diversi di loro sostengono di aver visto, probabilmente prigionieri che tentarono di fuggire e non vi riuscirono, morendo per inedia e, forse, terrore.

© http://www.morpetharms.com/
© http://www.morpetharms.com/

Recentemente, gli spiriti inquieti della Tate Britain, hanno deciso di farsi vivi.

Risale infatti al 31 ottobre di quest’anno, non a caso la notte di All Hallows’ Eve, il post con tanto di video di una presunta visita spettrale ad una delle sale espositive della Galleria che sarebbe tuttavia avvenuta qualche anno fa, almeno dalle dichiarazioni rilasciate da John, da lungo tempo membro della Squadra di Sicurezza alla Galleria, che avrebbe assistito al misterioso evento.

Scherzetto di Halloween per invogliare visite o realtà?

LINKOGRAFIA:

~http://www.tate.org.uk/search/morpeth%20arms

~http://www.victorianlondon.org/prisons/millbank.htm

~http://www.45millbank.com/site-history/

~http://backehansen.homesandproperty.co.uk/2012/10/the-history-of-millbank-once-the-home-of-convicts-artists-politicians-and-spies.html

~http://suite101.com/a/londons-tate-britain-art-gallery-on-the-site-of-millbank-prison-a306877

~http://www.real-british-ghosts.com/haunted-pubs.html

~http://www.paranormaldatabase.com/hotspots/SW1.php

ovale banner_zpsgst1hcbx

88x31